Il volume propone una trama narrativa complessa e articolata, variegata negli argomenti trattati, puntuale, precisa e spesso avvincente, legando vicende distanti nel tempo che  trovano nel tessuto del complesso del Duomo di Osimo il loro punto di raccordo.
Nel prendere in considerazione alcuni secoli di storia del complesso della Cattedrale e del  suo battistero, si racconta la vita ecclesiale ed ecclesiastica della città, spesso intrecciata con i nomi della nobiltà osimana, le cui vestigia sono tuttora presenti nel tessuto urbanistico.
Grande attenzione è prestata alle fonti, abbondanti e di diverso tipo: testimonianze dirette;  documenti di archivio, riportati in una ricca appendice in gran parte inedita; fonti indirette  di autori e storici locali quali il vescovo Compagnoni e il Grillantini, entro la cui scia  appassionata di ricerca va ascritto anche l’autore, monsignor Ermanno Carnevali.

 

 
 

Mons. Ermanno Carnevali

È nato a Osimo il 9 giugno1932. Ha studiato presso il Seminario diocesano di Osimo e quello regionale di Fano, conseguendo da privatista la maturità classica; nello stesso Seminario di Fano ha compiuto gli studi teologici.
Ordinato presbitero il 14 agosto 1955, ha ricoperto l’ufficio di vicerettore e insegnante di materie letterarie classiche nel Seminario di Osimo.
Nel 1960 ha ricevuto l’incarico di vicario cooperatore della parrocchia San Tommaso di Offagna.
Nell’ottobre del 1961 il vescovo monsignor Domenico Brizi lo ha nominato rettore del Seminario vescovile di Osimo e preside delle scuole interne dell’istituto.
Nel 1967 è rettore del Seminario interdiocesano di Ancona, Osimo e Jesi nella sede di Osimo.
Nel 1970-1971, con il trasferimento del Seminario regionale di Fano in altra sede (Ancona), il Seminario di Osimo è stato scelto come sede per la Scuola Media Superiore per le Diocesi delle Marche: monsignor Carnevali lo ha diretto fino al 1989. I giovani frequentavano il Liceo-Ginnasio legalmente riconosciuto dei Padri Cappuccini di Ancona. Carnevali ha insegnato religione in questo istituto. Fu anche insegnante nel Liceo psico-pedagogico Piergiorgio Frassati di Osimo.
Dal 1983 al 2001 è stato presidente del Consiglio della Cooperativa Giubileo ’83, ente gestore del medesimo Liceo-Ginnasio dopo il ritiro dei Cappuccini dalla gestione della scuola.
Nel 1972 l’arcivescovo monsignor Carlo Maccari lo ha nominato vicario generale della Diocesi di Osimo, ufficio ricoperto, anche dopo la fusione delle Diocesi di Ancona e di Osimo, dal 1987 fino al 2001, con gli arcivescovi monsignor Carlo Maccari, monsignor Dionigi Tettamanzi e monsignor Franco Festorazzi.
Ha organizzato a Osimo un Congresso Eucaristico Diocesano e la Settimana di animazione missionaria.
Nel 1993 ha coordinato un gruppo di dodici studiosi nella preparazione del documento Ancona, una Città da amare e da servire presentato al pubblico nella sede della Camera di commercio in via della Loggia. L’arcivescovo Festorazzi lo ha nominato presidente del Comitato per il Millenario della Cattedrale di San Ciriaco, concluso con la visita di Giovanni Paolo II il 30 maggio 1999. Ha coordinato anche gli autori dei testi e delle tavole per la pubblicazione San Ciriaco, la Cattedrale di Ancona. Genesi e sviluppo.
Accogliendo la proposta dell’allora direttore delle Muse M° Claudio Orazi, ha curato, per l’Arcidiocesi insieme al Comune di Ancona, la preparazione dell’iniziativa “II Canto di Pace” con testi di Giovanni Paolo II, musica del M° Marco Tutino, cantato al Teatro delle Muse da Placido Domingo.
A Osimo ha promosso la realizzazione del Museo Diocesano e ha diretto i restauri del complesso Cattedrale, Battistero ed ex Episcopio.
Ha curato, insieme a Marina Massa, la pubblicazione Opere d’arte della Città di Osimo, seconda parte.
È canonico arcidiacono della Cattedrale di Osimo (1979) fino alla fusione delle Diocesi (1985). Nel 1989, da vicario generale, è nominato da monsignor Maccari parroco della Santissima Trinità nella Concattedrale, poi della parrocchia di Santa Maria di Loreto ad Ancona per breve tempo.
Ora è rettore della Cattedrale di San Ciriaco, moderatore della Curia diocesana, direttore e legale rappresentante dei due enti ecclesiastici Seminario Vescovile di Osimo e Opera di Religione della Diocesi di Osimo (ORDO).

 

 

HOME

 

Duomo di Osimo
Piazza Duomo, 7
60027   OSIMO

tel. 071 7231808 - fax 071 7236174
museo.osimo@diocesi.ancona.it